Così lontani, così vicini

Adalberto Scemma racconta le storie dei grandi campioni sportivi giuliano dalmati.

loghi-podcast-spotify

Sono tutti grandi campioni, gente di sport, abituata alla fatica, al sacrificio e al successo.
Vengono tutti da un incantato lembo di terra, baciato dal sole e dal mare, ma mortificato dalla storia, da patti sciagurati e dalla dolorosa esperienza di un esilio.
Tutti loro hanno onorato le radici della loro terra, tutti loro, così lontani eppure idealmente sempre così vicini alle loro radici, hanno onorato lo sport nella sua massima espressione.
Queste sono le loro storie.
Una serie in 15 episodi, un nuovo episodio ogni 15 giorni.

“Trofeo Luxardo” è la grande classica della scherma, è la più antica, si disputa a Padova, è valida per la Coppa del Mondo e ha un albo d’oro che allinea gli sciabolatori più prestigiosi. La grande competizione nasce dall’iniziativa proprio di Franco Luxardo, l’ideatore e l’anima del Trofeo sulla scia di una tradizione familiare che ha le sue radici a Zara, dove le vittorie di una società gloriosa, la Diadora, hanno accompagnato il successo di un marchio, Luxardo.

Un podcast dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia della collana “La storia del Confine Orientale in podcast” realizzata con il contributo della legge 72/2001 per gli Interventi a tutela del patrimonio storico e culturale delle comunità degli esuli italiani dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia.

Credits:

ideazione di Storie avvolgibili e Osteria futurista
progetto di Diego Alverà
testo e voce di Adalberto Scemma
ripresa audio di Niccolò Ferrari

ricerche di Roger Up
voce sigla di Andrea Diani
design di Pensiero visibile
produzione di Storie avvolgibili Osteria futurista

La nostra newsletter
crea dipendenza.

Raccogliamo per te notizie interessanti dal mondo podcast e ti aggiorniamo sulle nuove uscite di Storie avvolgibili.

Ho letto e accetto i termini e le condizioni della Privacy Policy

Facci sentire
la tua voce.

Non vedi l’ora di fare un podcast con noi o vuoi sapere di più sulle nostre storie? Scrivici qui.